Struttura Organizzativa

TEAM

 

I 3 partner collaborano da oltre 20 anni in progetti comuni, nella realizzazione di numerose operazioni nell’ambito della finanza strutturata, con un track record di successo.

I team di gestione del debito e dell’equity vantano competenze consolidate e diversificate, un track record di successo e l’attitudine ad operare con un approccio "hands on".

Le altre funzioni aziendali, tra cui Amministrazione, Back Office Fondi, Segreteria Societaria, Sviluppo Commerciale e Relazioni Esterne, sono guidate da professionisti di lunga esperienza nel settore finanziario, con competenze specifiche e consolidate.

Riello Investimenti Partners SGR Spa è una Società di Gestione del Risparmio iscritta all’albo Banca d’Italia con il n. 93.

Nicola Riello
Founder
Presidente
Luigi Terranova
Partner
Consigliere Delegato
Andrea Tomaschù
Partner
Consigliere Delegato
Graziella Capellini
Consigliere Indipendente
Guido Pavan
Consigliere Indipendente
Alberto Lampertico
Investment Director
Private Debt
Michele Bonomi
Investment Manager
Marco Visini
Investment Manager
Elena Tibaldi
Back Office Fondi
Federica Loconsolo
Head of Business Development and ESG
Giovanni Fanini
Investment Analyst
Mirco Spezzani
Investment Analyst
Elisa Bellini
Office Manager Milano
Francesca Urbani
Office Manager Verona

 

 

FUNZIONI DI CONTROLLO

 

A supporto del Consiglio di Amministrazione, la SGR si avvale dei seguenti organismi di controllo delle funzioni.

Daniele Bernardi

Presidente Collegio Sindacale

Fabio Monfardini

Sindaco Effettivo

Sandro Garrò

Sindaco Effettivo

PWC Italy - Milano

Guido Pavan

Responsabile

Verifica che le procedure interne siano coerenti con l'obiettivo di prevenire la violazione di norme di leggi e regolamenti in particolare in osservanza alla normativa antiriciclaggio.

Enrico Ascari

Responsabile

Verifica i rischi finanziari e operativi del portafoglio dei fondi della SGR.

Pierluigi Pluviano

Responsabile

Verifica delle procedure interne, finalizzata alla valutazione e al miglioramento dell'efficienza dell'organizzazione.

Graziella Capellini

Responsabile

Verifica della osservanza dei trattamenti dei dati personali della SGR.

 

POLICY

 

Ai sensi del Regolamenti UE 2088/2019 (c.d. Sustainable Finance Disclosure Regulation o Regolamento Disclosure o SFDR) si dichiara che la SGR nel processo di gestione dei fondi tiene conto delle tematiche ESG (Environmental, Social, Governance), in quanto reputa che tali fattori possano determinare un incremento di valore delle società in portafoglio attraverso il loro sviluppo sostenibile e al tempo stesso soddisfino gli interessi degli investitori.
La Sgr riconosce l’importanza dei rischi di sostenibilità come elementi che possono avere un impatto negativo sui portafogli gestiti, pertanto ha realizzato un modello di integrazione delle variabili ESG all’interno dei processi di investimento, declinato come segue:

1) IN FASE DI INVESTIMENTO: esclusione dalle scelte di investimento di settori controversi (quali armi, tabacco, gioco d’azzardo) e in fase di due diligence integrazione dell’analisi finanziaria con un modello proprietario di screening ESG e focus su settori e attività capaci di contribuire agli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) attraverso l’adozione di tecnologie innovative, processi produttivi all’avanguardia ed elevati standard ambientali e sociali; identificazione di eventuali rischi di sostenibilità e dei relativi potenziali impatti.

2) IN FASE DI GESTIONE: sensibilizzazione delle aziende partecipate (oppure delle società in portafoglio) all’integrazione dei temi legati alla sostenibilità nei propri processi e nel modello di business, promuovendo l’attenzione alle variabili ESG, in particolare per quanto riguarda la transizione energetica, le politiche di sviluppo del lavoro, la gestione trasparente secondo i più avanzati modelli di governance e la rendicontazione dei propri risultati; stimolo e supporto al management delle partecipate nella definizione di strategie e piani di azione ESG e nell’implementazione di sistemi di monitoraggio delle performance ESG (Engagement); applicazione di un questionario di valutazione ESG per il monitoraggio su base costante dei risultati/miglioramenti ottenuti.

3) IN FASE DI DISINVESTIMENTO: misurazione delle performance ESG dell’azienda e valorizzazione dell’impatto positivo generato dalle partecipate durante la gestione, con particolare riguardo alla creazione di posti di lavoro, alla gestione delle variabili ambientali ed alla generazione di piani di sviluppo di lungo periodo sostenibili nel tempo. In sede di negoziazione in fase di disinvestimento, valorizzazione dei risultati ottenuti in materia di sostenibilità.

È obiettivo della Sgr includere nel più generale approccio ESG anche la considerazione dei principali effetti negativi delle proprie scelte di investimento sui fattori di sostenibilità.

INFORMATIVA IN MATERIA DI TRASPARENZA DEI GESTORI DI ATTIVI DI Riello Investimenti Partners SGR S.p.A. Ai sensi dell’articolo 124-quinquies del Testo Unico della Finanza (“TUF”)

Riello Investimenti Partners SGR S.p.A. non ha adottato una Politica di Impegno ai sensi dell’articolo 124-quinquies del TUF, in quanto i Regolamenti di Gestione dei FIA in gestione in linea di principio escludono gli investimenti in società con azioni ammesse alla negoziazione in un mercato regolamentato italiano o di un altro Stato membro dell’Unione europea. Inoltre, si precisa che alla data di pubblicazione di cui al presente annuncio, la SGR non ha nei portafogli degli FIA in gestione società con azioni ammesse alla negoziazione in un mercato regolamentato italiano o di un altro Stato membro dell’Unione europea. Sarà cura della SGR redigere e pubblicare una Politica di Impegno laddove in futuro se ne verificassero i presupposti.